FAQ – Prima dell’acquisto2020-09-16T07:32:25+00:00

FAQ – Prima dell’Acquisto

(1) Quale metodo contraccettivo è quello giusto per me?2021-04-09T16:25:50+00:00

Quale metodo contraccettivo è quello giusto per me?

Abbiamo cercato di dare una risposta ponderata a questa domanda con alcune indicazioni e valutazioni di quelli che dovrebbero essere, almeno secondo noi, alcuni aspetti fondamentali di stile di vita ed esigenze di cui la donna e la coppia, quindi anche tu, dovresti tenere conto per scegliere in autonomia il metodo o il mezzo con il quale intendi praticare la contraccezione.

  • Innanzitutto vogliamo definire cosa intendiamo quando parliamo di contraccezione:
    Tutti i mezzi utilizzati e tutti i metodi naturali e non, attuati volontariamente per prevenire la fecondazione, entrano in questo spettro (la parola „Contraccezione“ stessa lo indica: „contro(a)“ la „concezione“). È utile conoscere anche i sinonimi più utilizzati che hanno lo stesso significato: „contraccettivo“, „anticoncezionale“, „antifecondativo“.
  • In secondo luogo è importante farsi un’idea di tutte le possibilità di mezzi e metodi contraccettivi che il mercato e più ampiamente la società di oggi ci offre. Questi metodi si distinguono l’uno dall’altro non solo dall’effetto negativo che possono avere sulla salute di chi ne fa uso, ma anche dalla loro più o meno elevata sicurezza contraccettiva.
    Per una panoramica di queste possibilità rimandiamo alla seguente pagina: metodi contraccettivi, naturali e chimici a confronto
  • Sempre più importante e visibile a tutti è inoltre da valutare anche l’assunzione di un farmaco per il suo impatto devastante che ha sull’ambiente (nel caso della pillola su fiumi e laghi, perché gli ormoni artificiali presenti non possono essere filtrati e alterano pesantemente la fauna acquatica)
  • Al fine di poterti aiutare “in coscienza” nella scelta e fare in modo che tua sia pienamente soddisfatta del metodo adottato, ti vorremmo invitare a fare delle riflessioni sulla tua situazione attuale tenendo in considerazione alcuni fattori.
    In questo momento:
    • Hai un partner fisso con il quale riesci a parlare apertamente di sesso e contraccezione. Se in questa relazione stabile puoi escludere la presenza di infezioni sessualmente trasmissibili – questo accade dopo i primi 3 massimo 6 mesi di rapporti protetti con il preservativo, e dopo che sia tu che tuo partner vi siete sottoposti ad una visita medica e ai test di laboratorio con esito negativo puoi scegliere di usare o un metodo contraccettivo ormonale o la contraccezione naturale per inibire o evitare una gravidanza. Se opti per un metodo senza effetti collaterali ti consigliamo di visitare questa pagina del nostro sito in cui vengono presentati degli strumenti tecnologici all’avanguardia che promettono la stessa affidabilità contraccettiva dei contraccettivi ormonali (Metodi contraccettivi a confronto)
    • Le tue relazioni non sono stabili e ti capita di cambiare spesso partner.
      Ti consigliamo vivamente di usare sempre dei metodi di barriera (preservativo) che ti proteggano da malattie sessualmente trasmissibili. Sono assolutamente da evitare rapporti non protetti da profilattico.
      Tante donne con più relazioni non stabili usano sia il preservativo che la pillola in maniera combinata per avere una protezione sia da malattie sessualmente trasmissibili che da „incidenti di percorso“ e quindi gravidanze indesiderate. In più possono anche „pilotare l’arrivo del flusso mestruale“.
      In questo caso è però importante che tu sia cosciente, del fatto che si tratta di un farmaco potente con effetti collaterali più o meno gravi e che è fondamentale consultare un ginecologo e fare delle analisi preventive attenendosi scrupolosamente a quanto richiesto vedi l’ articolo della Dott.ssa Marialessandra Panozzo.
    • Se opti per la contraccezione ormonale, a prescindere da quale metodo sia, è comunque per te importante capire che l’assunzione della pillola o di un ormone non ha la funzione di regolarizzare un ciclo irregolare ma, semmai, si sostituisce ad esso (“coprendo” così l’irregolarità), imponendo al tuo corpo un ritmo coatto. Al momento della sospensione dell’assunzione dell’ormone l’irregolarità sarà probabilmente uguale o addirittura più accentuata. (fonte: https://www.fondazionegraziottin.org)
    • Se, invece, un’approccio più dolce e non invasivo per il tuo corpo è per te importante,
      se sei contraria all’assunzione di farmaci, se non indispensabili e in rari momenti di vera emergenza,
      se inoltre decidi di essere rispettosa verso l’ambiente in cui vivi, favorendo un evitabile inquinamento,
      se l’idea di usare un dispositivo apposito per il controllo della tua fertilità ti inizia piacere, conscia del fatto che nei giorni rossi non puoi avere rapporti completi senza protezione (e che ovviamente in tal caso vale la sicurezza contraccettiva del metodo di barriera usato), che ti dia però, nei giorni riconosciuti come non fertili (verdi) un’affidabilità del 99,3% puoi scegliere, per la contraccezione naturale, tra Pearly o Lady-Comp.
    • Se inoltre ti interessa anche un monitoraggio della tua ovulazione e del tuo equilibrio ormonale (anche in prospettiva di una eventuale futura gravidanza) tra Lady-Comp o Lady-Comp baby
      Infatti, questi dispositivi possono essere usati anche in caso di ciclo irregolare. (più informazioni nel blog in Disturbi del ciclo)
      Lady-Comp e Lady-Comp baby oltre a essere dei dispositivi per pianificare o evitare una gravidanza sono anche importanti strumenti di controllo e verifica dell’efficacia di eventuali cure intraprese.
  • Anche se in questo periodo tu non dovessi essere attiva sessualmente, e quindi non ti interessa la problematica della contraccezione, ti potrebbe comunque tornare utile ricevere più informazioni possibili inerenti il tuo ciclo e la tua femminilità per essere maggiormente consapevole delle dinamiche misteriose che rendono la donna un essere in perenne contatto con i ritmi della natura e che le dona sicurezza, autostima e tranquillità.
  • Importante: il coito interrotto non è un metodo contraccettivo.

Le informazioni qui riportate non sostituiscono la consulenza medica e hanno carattere puramente informativo, quindi non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici. In nessun caso sono intese a sostituirsi a consigli del proprio medico di fiducia.

(1) Prendo la pillola e voglio passare a Pearly. Posso iniziare subito? VIDEO2020-09-16T07:58:17+00:00

Prendo la pillola e voglio passare a Pearly. Posso iniziare subito?

Pochi giorni dopo aver smesso la pillola, o qualsiasi altro contraccettivo ormonale, solitamente la donna ha un’emorragia da interruzione provocata dal farmaco.
Pearly o Lady-Comp può essere messo in funzione in qualsiasi giorno successivo alla comparsa di questa “finta mestruazione”, che non può venire immessa nell’apparecchio come Mestruazione”, perché in effetti non lo è.

Così facendo la donna ha, però, la possibilità di monitorare se – sin da subito – avrà anche l’ovulazione.
In questo primo periodo l’apparecchio indicherà giallo (perché manca l’inserimento del dato Mestruale) ed eventualmente “verde” (che significa NON fertile) se riconoscerà l’avvenuta l’ovulazione.
La precisione contraccettiva del 99,3% indicata dai giorni VERDI è valida sin da subito.

(1) Non prendo la pillola. Posso iniziare subito…2020-09-20T22:07:05+00:00

Non prendo la pillola. Posso iniziare subito con Lady-Comp / Pearly o devo aspettare le prossime mestruazioni?

Se non prendi la pillola, puoi iniziare subito con l’utilizzo del dispositivo.
Se usi segnare le mestruazioni sul calendario, prima di iniziare con le misurazioni, puoi caricare nell’apparecchio i dati mestruali degli ultimi 99 giorni per Pearly, 180 per Lady-Comp e 360 per Lady-Comp baby (il Libretto d’Istruzioni spiega nel dettaglio come fare), per accorciare la fase di apprendimento e ridurre i giorni rossi (potenzialmente fertili).

Se non hai a disposizione i dati mestruali precedenti non è un problema. Anche in quel caso l’affidabilità è sempre garantita al 99,3%
Se invece hai appena smesso di prendere la pillola leggi la domanda precedente.

(1) I dispositivi possono essere utilizzati anche con cicli irregolari? VIDEO2020-09-14T10:01:33+00:00

I dispositivi possono essere utilizzati anche con cicli irregolari?

Assolutamente SI.
La sicurezza contraccettiva del 99,3%- testata clinicamente e certificata – dei giorni riconosciuti come NON fertili è garantita anche quando la donna donna ha cicli irregolari, senza limitazione di lunghezza ciclo.
Infatti, grazie, all’analisi perfetta della temperatura basale eseguita dal software, prerogativa affinché Pearly e LadyComp possano distinguere i giorni “non-fertili” dai giorni fertili, è che la donna abbia l’ovulazione.
Dato che però è nostro interesse far sì che la cliente sia soddisfatta dell’acquisto fatto e che ovviamente più regolari sono i cicli, maggiori possibilità ha l’apparecchio di delimitare al minimo indispensabile (7-8) i giorni fertili indicati con il ROSSO, consigliamo l’utilizzo dell’apparecchio per la contraccezione a donne che hanno cicli che vanno da 21 giorni a massimo 45/50 giorni.
Per la procreazione invece l’apparecchio può tornare utile anche in caso di cicli molto più lunghi.

Tipicamente, per ciclo regolare si intende un ciclo che dura costantemente 28 giorni. Ciò nella pratica accade molto raramente. Dall’osservazione dei dati relativi a 1.000.000 di cicli fatta in occasione dello sviluppo degli apparechi Lady-Comp e Pearly, si è visto che nella norma ogni donna presenta delle oscillazioni ovulazione e/o di ciclo da uno a tre giorni.
Gli apparecchi LadyComp e Pearly sono stati programmati tenendo presente questo elemento nonché per dare una giusta interpretazione ad oscillazioni più grandi oppure quando la donna proprio non ha l’ovulazione (ciclo anovulatorio)

(1) Come è possibile raggiungere una così elevata Precisione e Affidabilità Contraccettiva e senza effetti collaterali? VIDEO2020-09-14T10:01:05+00:00

Come è possibile raggiungere una così elevata Precisione e Affidabilità Contraccettiva del 99,3% e senza effetti collaterali?

Questa così elevata precisione del 99,3% viene raggiunta grazie a più fattori:

Il lavoro di microchip e del software.


  • Grazie al sistema neuronale intelligente, gli apparecchi, si adattano, con ogni giorno di utilizzo, sempre più al ciclo mestruale della donna che subisce nel tempo dei mutamenti, a causa delle naturali variazioni ormonali.

    Infatti, il programma di Pearly e Lady-Comp ha convalidato la sua precisione nel indicare i giorni sicuramente sterili attraverso l’esatta valorizzazione di oltre 1 milione di cicli, cioè 35 volte in più del minimo richiesto dalla procedura per l’assegnazione dell’Indice Pearl.
    Nei calcoli che il software esegue – nella fase pre-ovulatoria – si tiene conto del fatto che gli spermatozoi mantengono, nel corpo della donna, una capacità fecondante di massimo 120 ore (=5 giorni) e quindi, proprio per garantire una sicurezza contraccettiva del 99,3% , almeno 5 giorni prima dell’ovulazione indicano rosso.

L’oggettività di calcolo.

  • Le indicazioni che LadyComp e Pearly offrono alla donna sono il risultato di un insieme di calcoli oggettivi, che escludono quindi il rischio derivante da valutazioni soggettive errate (come ad esempio accade nel metodo sinto-termico).
  • I dati memorizzati vengono comparati con quelli derivanti dai calcoli delle medie delle temperature dei mesi precedenti e, quindi, gli apparecchi si accorgono se un dato è errato (per esempio per febbre).

Altissima precisione di misurazione.


  • Con Lady-Comp e Pearly la misurazione della temperatura avviene con un apposito termistore (che non è un termometro normale che non può raggiungere questa elevata precisione), che trasmette al software un dato con una precisione al centesimo di grado, che il programma utilizzerà per costruire le medie delle temperature delle diverse fasi del ciclo.
  • Inoltre il processo di misurazione viene controllato dal programma per ca. 100 volte al secondo e vengono evidenziate eventuali anomalie (ad esempio se si apre la bocca).

Ricordiamo che la precisione e l’affidabilità contraccettiva di Pearly e Lady-Comp del 99,3% è stata certificata da test clinici indipendenti (agli apparecchi è stato attribuito un indice di Pearl dello 0,7).

(1) Quali sono i fattori che potrebbero compromettere l’affidabilità contraccettiva di Pearly e Lady-Comp? VIDEO2020-09-14T10:00:31+00:00

Quali sono i fattori che potrebbero compromettere l’affidabilità contraccettiva degli apparecchi?

Ogni donna adulta, che decide di usare qualsiasi metodo contraccettivo deve essere – naturalmente – consapevole della responsabilità legata al corretto utilizzo dello stesso.
Lo stesso vale per chi vuole utilizzare Pearly o Lady-Comp per la contraccezione naturale sicura.
Nel libretto delle istruzioni sono riportate tutte le indicazioni per l’utilizzo corretto degli apparecchi e come comportarsi nelle più disparate situazioni, è già di per sé sufficiente per evitare errori.
Fondamentalmente dobbiamo fare attenzione a due fattori:

  • Immettere correttamente i dati Mestruali
    L’unico dato importante, che la donna deve confermare manualmente, è l’inizio della mestruazione, intendendo con ciò la comparsa  del flusso di sangue, anche se leggero, di colore rosso vivo (non spotting e macchie marroni).
    Se il caricamento del dato mestruale viene erroneamente posticipato (anche di un solo giorno per chi ha cicli brevi!) anche l’inizio di un nuovo ciclo risulterà posticipato e, ovviamente, in questi casi la sicurezza contraccettiva dell’apparecchio, dei giorni preovulatori, potrebbe essere compromessa.
    Quindi: è molto importante immettere correttamente il 1°, il 2° e il 3° giorno di mestruazione.
  • Il secondo errore da evitare è di: continuare a misurare per più giorni consecutivamente nonostante i valori delle temperature siano alti, a causa di un malessere o di condizioni fisiche sfavorevoli.Basandosi sui valori della temperatura man mano memorizzati, Pearly, LadyComp e BabyComp fanno un calcolo previsionale del futuro andamento della temperatura e della fertilità. Questo calcolo, che varia da donna a donna, tiene conto anche del tipico aumento individuale della temperatura al momento dell’ovulazione oppure del tipico campo di variazione della temperatura basale.
    Quindi, se eccezionalmente, dovesse venire memorizzata una temperatura  “anomala”, causata, ad esempio, da indisposizione, dal consumo di alcol o da ore di sonno insufficienti, questa viene riconosciuta dall’apparecchio come tale e quindi la sicurezza del 99,3% è comunque garantita.
    Se, però, vengono memorizzati una serie di  dati errati consecutivi (anche se non di febbre) e i rialzi “anomali” della temperatura dovessero coincidere con quelli che sono i termini ovulatori tipici della donna, potrebbe capitare che l’apparecchio li riconosca come avvenuta ovulazione e che, dopo alcuni giorni, l’apparecchio indichi verde (=non fertile) mentre in realtà la donna si trova ancora in fase preovulatoria, quindi potenzialmente fertile.Quindi, se al momento della misurazione non dovessero sussistere i presupposti che la temperatura basale sia esatta, e l’utilizzatrice ne è consapevole perché sussistono altri sintomi di malessere, deve evitare di misurare per non memorizzare nell’apparecchio più dati errati. Dato che i valori delle temperature dei mesi precedenti sono visibili sul display, è possibile, in qualsiasi  momento, fare dei confronti tra i valori attuali delle temperature e quelle delle stesse fasi dei cicli precedenti e decidere come comportarsi nelle più disparate situazioni.

Usando l’apparecchio con un po’ di responsabilità è praticamente impossibile commettere errori di utilizzo, che possano compromettere l’affidabilità contraccettiva del 99,3% che gli apparecchi garantiscono nei giorni verdi…

(1) A partire da quando si ha l’affidabilità contraccettiva?2020-09-14T10:30:27+00:00

Dopo quanto tempo si ha l’affidabilità anticoncezionale del 99,3%?

Pearly e i modelli Lady-Comp hanno un’affidabilità del 99,3% dal primo giorno di utilizzo.

Se si inizia con le misurazioni in fase pre-ovulatoria, e l’apparecchio, già il primo mese di utilizzo, attraverso le temperature basali memorizzate, avesse modo di riconoscere l’ovulazione e di capire quindi quando la finestra fertile del ciclo è terminata, e indicasse verde (=non fertile) sarebbe un verde sicuro al 99,3% (ecco perchè diciamo che l’affidabilità anticoncezionale è garantita dal 1° giorno di utilizzo).

Bisogna sapere che Pearly è programmato per rimanere sempre molto sul sicuro, piuttosto che indicare un verde sbagliato indica – soprattutto all’inizio dell’utilizzo – un giorno giallo o un rosso in più.

(1) Quali conoscenze base sono necessarie per poter usare il dispositivo?2020-09-14T11:19:05+00:00

Quali conoscenze base sono necessarie per poter usare il dispositivo?

Non è necessaria alcuna conoscenza ne teorica ne pratica di base.
L’unica cosa che la donna deve fare è misurare, coll’apposito sensore collegato al dispositivo, la temperatura sublinguale. La mattina, appena sveglia, dopo aver misurato inserisce il dato “M” (mestruale), se presente. La misurazione dura circa 30 secondi. Il tutto è particolarmente semplice e veloce.

L’apparecchio è accompagnato da un Libretto di Istruzioni che spiega in modo semplice e dettagliato ogni funzione.

Chi acquista direttamente da questo shop riceve inoltre Gratuitamente il Kit di Assistenza Estesa con mail e video inediti e Buoni di Colloquio postvendita. In più può, se desidera approfondire le conoscenze, partecipare attivamente al “Cycle Control Day“.
La descrizione completa del Kit di Assistenza Estesa Gratuita è nel nostro Blog LINK

(1) Perché il mio ginecologo non conosce Pearly e Lady-Comp?2021-04-09T16:01:22+00:00

Perché il mio ginecologo non conosce Pearly e Lady-Comp?
Non dovrebbe lui essere “l’esperto” e conoscere tutti i metodi validi esistenti per poter proporre alla donna il metodo giusto per lei?

A malincuore dobbiamo trattare un argomento abbastanza delicato. Molti clienti e interessati ai nostri prodotti ci chiedono spesso perché i dispositivi Pearly e Ladycomp non siano consigliati dal loro ginecologo, o peggio, sono addirittura scoraggiati, nonostante abbiano una sicurezza così elevata.

Leggendo anche le testimonianze delle ragazze che frequentano Facebook, ci accorgiamo che, purtroppo, ancora troppi medici e ginecologi non hanno idea del funzionamento dei nostri apparecchi. Spesso li reputino inaffidabili, perché li associano, erroneamente, ad altri metodi naturali come il metodo della rilevazione della temperatura basale e il metodo Ogino Knaus.

Questo è il motivo per cui riteniamo necessario sottolineare che:

  1. il software installato su Pearly e Ladycomp NON è alcun modo comparabile con nessun altro metodo naturale. Non sono nati come tester per l’ovulazione, ma come metodo per la contraccezione naturale sostitutivo alla pillola, dovendo garantire, fin da subito, la stessa efficacia contraccettiva.
  2. l’affidabilità contraccettiva del metodo (riferita ai giorni riconosciuti come NON fertili del 99,3% (indice di Pearl 0,7) è stata testata clinicamente all’interno di test clinici indipendenti (cioè non sponsorizzati dal produttore tedesco del metodo) vedi LINK
E’ triste dover prendere atto che molti medici non si fidino di tutte queste prove scientifiche solo per pregiudizio o scarsa informazione. Ed è ancora più triste come donne che utilizzano da anni, e con successo, i nostri apparecchi vengano giudicate, derise e messe in guardia dai propri ginecologi.
E’ chiaro che: mettere in dubbio l’indice di pearl (cioè la sicurezza contraccettiva) di Pearly e Lady-Comp, risultante dai test clinici, pubblicati anche su riviste scientifiche ufficiali, significa:
  • dubitare dell’onestà della casa produttrice,
  • della serietà dei ricercatori,
  • medici e scienziati che lavorano per garantire una tale sicurezza,
  • la veridicità degli studi clinici certificati,
  • l’autorevolezza del Ministero della Salute e,
  • soprattutto, è un modo per mancare di rispetto
    • a quelle pazienti che chiedono un parere medico perché in cerca di un metodo contraccettivo naturale ma affidabile
    • o di quelle che lo usano già da anni e vogliono condividere con il proprio medico la soddisfazione per il loro metodo contraccettivo e cercano anche un confronto per una maggiore comprensione della propria fertilità.

Purtroppo, i medici che trattano con aria di sufficienza e, quindi, senza rispetto le pazienti e le loro personali esigenze, rischiano di perdere per primi credibilità ai loro occhi. Soprattutto se sono donne informate e consapevoli.
Ma teniamo presente che, a molte donne che chiedono un consulto, viene negata la possibilità di scegliere, perché non viene offerta loro una visione completa delle alternative a disposizione.

Fortunatamente però ci sono:

  • anche medici che svolgono con dedizione e interesse il proprio lavoro, che prendono in considerazione a 360° i problemi e le esigenze delle proprie pazienti; così come ci sono medici che conoscono e consigliano gli apparecchi Pearly e Ladycomp, perché si sono informati e accertati di cosa si tratta
  • gruppi di migliaia di utilizzatrici dei dispositivi Pearly e Lady-Comp – sia con cicli regolari che irregolari – che ne testimoniano realmente l’affidabilità e la soddisfazione – vedi ad esempio:

Comunque, tutti i ginecologi interessati e che ancora non conoscono il nostro metodo, possono richiedere il materiale medico-scientifico direttamente alla nostra azienda.

A voi donne, invece, chiediamo di esprimere il vostro personale parere su ciò che vi aspettereste dal vostro interlocutore medico. Crediamo possa essere, questo, un ottimo spunto di riflessione e confronto.

Contraccezione naturale e sicura

This Sliding Bar can be switched on or off in theme options, and can take any widget you throw at it or even fill it with your custom HTML Code. Its perfect for grabbing the attention of your viewers. Choose between 1, 2, 3 or 4 columns, set the background color, widget divider color, activate transparency, a top border or fully disable it on desktop and mobile.

Ultimi Tweets

Newsletter

(Sliding Bar Widget 3) Iscriviti per ricevere le ultime notizie e aggiornare le informazioni. Non preoccuparti, non invieremo spam!

    Torna in cima