Come infermiera devo fare i turni di notte, come mi devo comportare?

Anche in questo caso Lady-Comp o Pearly2, nei giorni riconosciuti come non fertili, garantiscono una sicurezza contraccettiva del 99,3% (indice pearl 0,7).
Abbiamo tra le nostre clienti sia infermiere che ostetriche che usano l’apparecchio da anni senza problemi e senza aver dovuto cambiare niente della loro vita.

L’apparecchio calcola, ogni giorno, un tempo utile per la misurazione di 6 ore (-/+ 3 ore dall’orario di sveglia impostato).
Spostando l’orario della sveglia, incorporata nell’apparecchio, abbiamo la possibilità di misurare quando ci fa più comodo.
In pratica, le infermiere dopo un turno di notte e un sonno di almeno 3 ore senza interruzione oppure 4-5 ore con interruzione, possono misurare anche di pomeriggio, purché la sera precedente, prima di andare al lavoro, abbiano impostato il nuovo orario di sveglia desiderato.
Se, dopo il turno di notte non avesse la possibilità di riposare almeno 3 ore senza interruzione, ovviamente dovrebbe saltare la misurazione. L’indicazione di fertilità dell’apparecchio, per quel giorno, si basa sui calcoli precedenti e comunque è da considerarsi, a tutti gli effetti, affidabile.

Il peggio che può capitare, evitando di misurare troppo spesso, soprattutto in fase pre-ovulatoria, è che l’apparecchio, per mancanza di dati di conferma dell’avvenuta ovulazione, indichi più giorni potenzialmente fertili (rossi).